10 centesimi


masticando pigramente
una gommosa alla frutta
di quelle colorate
rosse e verdi
che si attaccano
ai denti e al lavoro del tuo dentista
mi sei tornata in mente
e anche il tuo ricordo
gommoso
sapeva di frutta
descrivendo il mio naso e la mia bocca
immersi
nei tuoi capelli che sapevano di frutta
nelle tue mani che sapevano di frutta
nella frutta della tua pelle
dei tuoi umori
e con loro, del tuo umore,
perché sì,
anche il tuo umore
sapeva di frutta.
finito di masticare
ho ingoiato l’ultimo pezzo
rosso e verde
della gommosa alla frutta
nemica delle mie otturazioni
e di colpo
non sapeva più di molto,
il tuo ricordo
perché, vedi,
questo è quanto vale davvero
il tuo ricordo,
vale dieci centesimi
il prezzo al dettaglio
di una gommosa
alla frutta.

firma Ale

[le altre]