lo decide il cielo


c’è un incendio sotterraneo
che brucia
da cent’anni
con un placido torrente
che gli scorre sulla testa
e silenziosi ignorano
il cielo ribelle
che ribolle coagulando
e che oggi
più che un cielo è una sentenza
che precipita rabbiosa
e il torrente
si fa fiume
e si tuffa
dove c’è
anzi c’era
un incendio sotterraneo
che bruciava
da cent’anni.

lo decide il cielo
quand’è abbastanza
così bruciamo e bruceremo
sotterranei, in tumulto
per cent’anni
o forse un’ora
ché quando basta
lo decide il cielo
e direi
che se in serata
non cambia il tempo
forse
anche per oggi
siamo salvi.

firma Ale

[altre poesie]

commenta tramite Facebook